My Writings. My Thoughts.

Scrub fai da te!

// April 8th, 2014 // No Comments » // Attualità, Medicina Estetica

Molte donne sottovalutano l’importanza dello scrub nella pulizia e nella cura della nostra pelle: in realtà, lo scrub è un’operazione basilare, perché permette un migliore assorbimento della crema idratante e di tutti i trattamenti di bellezza e una migliore tenuta del maquillage.

Lo possiamo anche fare in casa. Volete sapere come?

Per ottenere un efficace scrub per la nostra pelle, possiamo utilizzare degli ingredienti che non mancano mai nelle nostre dispense. Ecco quali.

- Sale fino, sale doppio o zucchero: la funzione abrasiva dei granuli è fondamentale per il massaggio della pelle.
- Olio di oliva, miele, crema idratante per l’azione emolliente e lenitiva;
- Succo di limone per chiudere i pori e seccare la pelle.

…E voi come fate lo scrub?

Soffri di afte? Nelle uova trovi un alleato

// April 7th, 2014 // No Comments » // Attualità

Afte, stomatiti e bruciori del cavo orale sono un indice di carenza di vitamina B2 che oltre che negli integratori si può trovare anche nelle uova.

L’uovo è un alimento dall’altissimo potere nutrizionale, ed è considerato un cibo molto importante nella nostra alimentazione, tanto da essere protagonista di una giornata mondiale dedicata, il World Egg Day che cade il secondo venerdì di Ottobre.

Ecco le proprietà più importanti dell’uovo:

- fornisce un ottimo apporto di proteine

- diminuisce il rischio di sviluppare la catarrata

- è una buona fonte di vitamina D e  B

Proprio grazie all’apporto di vitamina B l’uovo è un ottimo alleato per capelli, unghie e pelle, ma non solo.

Se vi ammalate più facilmente, soffrite di allergie e di stress, il vostro umore è vagamente depresso, avete attacchi di cefalea più intensi e frequenti del solito o  notate che si sono moltiplicati i capelli bianchi, siete in carenza di vitamina B5. Mangiate 3/4 uova alla settimana per reintegrare!

Voi avete inserito le uova nella vostra dieta?

Capelli: voglia di darci un taglio?

// April 4th, 2014 // No Comments » // Attualità

Con l’arrivo della bella stagione, oltre a rinnovare il guardaroba, ci viene voglia anche di cambiare look, ma l’importante è scegliere il taglio più adatto in base alla forma del viso!

Avete il viso tondo? Evitate le frange piene, via libera a ciuffi ribelli e sbarazzini.

Viso Ovale? Avete la possibiltà di scegliere qualsiasi taglio:  giocate sulle scalature e su una messa in piega dall’aspetto vaporoso, come questa di Megan Fox.

Se il vostro mento è un pò aguzzo e gli zigomi sono più larghi della mascella il vostro viso è a Cuore: evitate tagli troppo corti,  sì invece al al mosso e al voluminoso.

Avete dei trattati marcati e la larghezza di zigomi, mento, fronte è pressoché la stessa? Allora avete un viso quadrato: per addolcire i lineamenti, un’ottima scelta sono i capelli lunghi e sopratutto un bel ciuffo laterale.

Se invece le vostre tempie sono alla stessa altezza delle mascelle avete un viso lungo: via libera alla frangia e a capelli voluminosi, ma fate attenzione a non tenere i capelli troppo lunghi.

Estate 2014 e manie: impazza il #bikinibridge

// April 3rd, 2014 // No Comments » // Attualità, Liposcultura, Liposuzione, chirurgia plastica, dieta

L’ hashtag è #bikinibridge ed è l’ultimissima moda che impazza sul web!

Dopo il selfie, che immortala il lato A e il belfie, che ci mostra il alto B, arriva il Bikini bridge, che serve a mostrare al mondo quanto la nostra pancia sia piatta!
Dopo la mania del thigh gap (buco tra le gambe) arriva l’ossessione dello spazio tra le anche: l’obiettivo è averlo talmente ampio da far sembrare lo slip come sospeso in aria, creando appunto un bridge (ponte).
Ovviamente non mancano le polemiche su questa nuova moda, perché per creare questo effetto “ponte” bisogna essere molto magre, senza un filo di grasso!

La piastra per capelli può causarne la caduta

// April 2nd, 2014 // No Comments » // Attualità, Capelli, Medicina Estetica

I nostri genitori sin da piccoli ci hanno sempre riempito di crema prima di esporci al sole per evitare che ci bruciassimo, ma sui capelli non ci hanno mai messo niente, se non un cappellino per evitare insolazioni. Probabilmente non sapevano che i capelli si bruciano proprio come la nostra pelle: l’unica differenza è che non sentiamo dolore!

E’ stato accertato che per esempio l’uso errato e prolungato della piastra rischia di compromettere definitivamente la salute dei nostri capelli, causandone la caduta.

Adoperare delle piccole attenzioni quando si usa la piastra, quindi può allungare la vita dei nostri capelli.

Non usare la piastra su capelli bagnati e mettere una protezione dal calore sui capelli, proprio come facciamo prima di esporci al sole!

Capelli, ogni quanto li lavi?

// April 1st, 2014 // No Comments » // Attualità, Capelli

Spesso ci poniamo la domanda: “ogni quanto possiamo lavare i capelli senza rischiare di sfibrarli?”

La frequenza giusta è in media di due lavaggi a settimana. Lavarli tutti i giorni, infatti, può rendere troppo fragili i capelli secchi, mentre aumenta la produzione di sebo in caso di capelli grassi.

Se state utilizzando fiale o lozioni ristrutturanti, ricordate che vanno applicate sul cuoio capelluto pulito!

La depilazione brasiliana è la più indolore

// March 31st, 2014 // No Comments » // Attualità

Preferite fare la ceretta in casa?  Di solito comprate le strisce pronte o il roll?

Oggi vi suggeriamo un modo alternativo e meno doloroso per una ceretta fai da te!

La depilazione brasiliana è una ceretta indolore  indicata per la depilazione maschile, la depilazione inguine e per la depilazione totale.

Gli ingredienti per una cera che dura per circa 2-3 sedute depilatorie sono:

- zucchero bianco o di canna (2 tazze);

- succo di limone (3 cucchiai);

- acqua (3 cucchiai);

Mettete gli ingredienti in un pentolino a fuoco medio e sciogliete lo zucchero fino ad ottenere una miscela omogenea e liquida.

Rimescolate di frequente con un cucchiaio di acciaio e, quando il composto sarà della giusta densità, spostate il pentolino sul fuoco più basso della vostra cucina e tenetelo al minimo, in modo tale che la ceretta sobbolla facendo bolle ampie e senza “gonfiare” eccessivamente.
Quando il composto diventa di color ambra spegnete il fuoco, lasciate raffreddare per un paio di minuti e travasate in un contenitore basso e largo, anche di plastica.

Come si usa: quando sarà ben fredda (normalmente si consiglia di prepararla il giorno prima) preparate le gambe passando un po’ di borotalco, pulite bene le mani, passate un poco di alcol e staccate un po’ di cera facendo attenzione che non si appiccichi alle dita. Lavoratela con le mani per ottenere una pallina, sempre facendo attenzione che non si appiccichi.

A questo punto stendetela sulla pelle con gesto rapido e deciso in senso CONTRARIO alla crescita del pelo, e quindi strappate subito seguendo il senso di crescita (attenzione: si usa al contrario delle altre cerette).

La pallina è da gettare quando diventa bianca.

Fateci sapere cosa ne pensate!

Dietro la bellezza di Julia Roberts c’è il chirurgo plastico?

// March 25th, 2014 // No Comments » // Attualità, Chirurgia Estetica, Mastopessi, Mastoplastica, chirurgia plastica, chirurgo plastico

Julia Roberts, classe 1967, bravissima e bellissima attrice americana nota a tutti per l’indimenticabile film Pretty Woman.
A guardarla oggi, sembra che il tempo per lei  non sia passato. Sarà merito del chirurgo plastico?
Quale sarà il suo segreto di bellezza?

Sicuramente è una donna che segue un regime alimentare sano, pratica attività fisica regolarmente e si prende cura del proprio corpo.
Tra i trattamenti che ha provato c’è anche il botox ma, come ha dichiarato in un’intervista, non è la soluzione adatta a lei.

Sembra che anche lei abbia ceduto ad un ritocchino. Quale?
La chirurgia estetica del seno, dopo ben 4 figli. Un seno “rifatto“, forse, ma di sicuro naturale e in linea con il suo modo di essere.

Voi che dite rifatta o naturale?

Jessica Alba: 8 kg in meno con la dieta genetica.

// March 10th, 2014 // No Comments » // Attualità, Medicina Estetica, dieta

Jessica Alba è una delle tante celebrità che ha deciso di rimettersi in forma grazie alla dieta genetica.

Ne parlano in molti, ma cos’è questa dieta genetica?

La dieta genetica è un prodotto della nutrigentica, la scienza che combina nutrizione e genetica. Partendo dal presupposto che quello che fa bene ad una persona non necessariamente fa bene ad un’altra, l’unica soluzione di successo è quindi un programma alimentare personalizzato su misura.

La dieta del DNA (DNA diet) viene costruita da un genetista medico, dopo l’analisi, riservata in un laboratorio certificato protetto, delle componenti genetiche, che regolano il funzionamento dell’organismo, di come questo assimila gli alimenti, di come il metabolismo dell’individuo reagisce agli alimenti.

Si parla tanto di geni, ma cosa ci dicono in concreto?

Uno dei geni che viene analizzato è  il gene ACE: il suo effetto complessivo è quello di determinare un aumento della pressione sanguigna con conseguente incremento dell’afflusso di sangue, nella muscolatura. Un aumento dell’apporto di sangue consente di aumentare i nutrienti e l’ossigeno a disposizione del muscolo: il gene ACE consente quindi al muscolo di sostenere lo sforzo fisico apportando l’energia e l’ossigeno necessari.

il gene ACE osservato in tutte le persone si accorda a un genotipo che si può suddividere in tre gruppi: genotipo II, genotipo ID e genotipo DD: è accertato che questo influenza lo sviluppo di certe capacità fisiche.

Se hai il genotipo (II) hai una forte resistenza muscolare e un buon metabolismo cardiaco: sei dunque predisposta per sforzi fisici prolungati nel tempo (sport di resistenza come ciclismo, alpinismo e fondo).

Se hai il genotipo omozigotico (DD) sei invece predisposta a eseguire attività fisiche basate sulla forza muscolare e sport di potenza (sollevamento pesi, corsa veloce, salto).

Se hai infine il genotipo eterozigotico (ID) puoi essere collocata in una posizione intermedia

Voi di che genotipo siete? Scopritelo!

Solo il viso rivela la nostra età?

// March 9th, 2014 // No Comments » // Acido Ialuronico, Attualità, Medicina Estetica, blefaroplastica

Solo le rughe del viso mostrano la nostra età biologica al mondo?

La risposta è no!

E’ vero, il volto di una persona spesso ci dice molto, e quindi cerchiamo di curarlo con creme e trattamenti specifici, ma spesso trascuriamo alcune parti del corpo che sono altrettanto importanti, come collo, decolleté e mani.

Lo sanno bene Vip come Madonna, Cher, Angelina Jolie e Lady Gaga, che per combattere il “problema” dell’invecchiamento delle mani hanno deciso di adottare alcune delle soluzioni più in voga del momento, tra cui un trattamento di iniezioni a base di acido ialuronico associato al mannitolo (contro macchie e rughe) e il filler (per la mancanza di grasso alle mani).

Ma la domanda che spesso ci poniamo è “Posso fermare l’invecchiamento della pelle”?

Ad oggi la risposta è ancora negativa: possiamo però cercare la soluzione per contrastare questo processo naturale, affidandoci anche  alla medicina estetica.

Ecco tre piccoli accorgimenti da applicare nella nostra vita quotidiana.

1 -Non dormite mai con il volto appoggiato al cuscino: eviterete così che si formino le classiche piccole pieghe notturne, che favoriscono la comparsa delle rughe

2- Guardate il viso dei vostri genitori e osservate dove hanno sviluppato le rughe, perché la loro comparsa è genetica! Questo può aiutarvi a impostare una ginnastica facciale mirata per rendere la pelle più elastica

3-Anche l’alimentazione ci può aiutare a combattere i radicali liberi. La Coldiretti ha stilato la top ten dei cibi anti invecchiamento. Quali sono? carciofi, succo d’uva nera, mirtilli, pere, melanzane, peperoni rossi, spinaci cotti, cipolle rosse, prezzemolo fresco, kiwi.

Il consiglio migliore è comunque sempre quello di non dimenticare la prevenzione: conoscere la propria pelle per proteggerla e curarla al meglio.

Voi conoscete la vostra pelle?